giovedì 17 marzo 2011

Festa del Papà - Portamonete di tetrapak

Quest'anno la festa del papà cade in giorni speciali. Con i festeggiamenti per 150 anni dell'Unità d'Italia, i giorni da passare con papà  a casa sembrano tantissimi.
E' ora di mettere in cantiere il regalino.
I papà generalmente apprezzano tutto, ma se il pensierino, oltre ad avere quel certo fascino del "fatto a mano", è pure utile... beh!, allora sarà un vero successo.
Così, pensa, pensa, pensa, abbiamo deciso di fare un borsellino per le monetine per la pausa caffè in ufficio, usando il tetrapack di un succo di frutta.
L'idea mi è venuta imbattendomi in un sito creativo-ecologista.
Il modello, però, è tutta farina del nostro sacco. 

Ecco come si fa, in quattro e quattr'otto, un borsellino -ino -ino per le monetine.

occorre:
un succo di frutta da 125 ml (gusto preferito del vostro collaboratore)
una cannuccia
un bottone
un elastico
forbici

Fate bere al vostro bimbo tutto il succo (il mio non si è opposto). Togliete la cannuccia, lavatela e tenetela da parte.
Tagliate con le forbici appena sotto la sigillatura del tetrapack. Lavate bene e fate asciugare.
Con le mani, piegate i lati minori a metà e spingeteli verso interno. Piegate anche la base,  dovete fare le stesse pieghe che hanno i sacchetti di carta e formare una T rovesciata.
Tagliate via un terzo del cartone dalla parte dove c'è il foro della cannuccia. Tagliate il lato lungo e  i due lati minori piegati. Al secondo lato maggiore smussate gli angoli e ripiegate. Questa sarà la chiusura del borsellino.
Praticate un'asola nella quale deve passare il bottone che avete scelto.
Tagliate l'elastico e fatelo passare nei buchi del bottone; in corrispondenza dell'asola fate un buchino e fate passare i due capi dell'elastico. Dalla cannuccia tagliate un piccolo cilindro, infilatelo nell'elastico e fate due, tre nodi. La cannuccia serve da controbottone e renderà più robusta la chiusura del borsellino.
Mettete nel borsellino un soldino (si dice porti bene) e chiudete facendo passare il bottone nell'asola.
Ecco.
Ora date carta e pennarelli a vostro figlio e lasciate che scriva, disegni, pasticci tutto quello che vuole per il suo papà, per fare un biglietto di auguri.

2 commenti:

  1. Veramente una bella idea. Tanti auguri a papà Dedo. Cri

    RispondiElimina
  2. Ciao Cri, grazie anche da Dedo!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...