martedì 20 marzo 2012

Teleferica in corridoio

Questo è un post scritto l'estate scorsa, ma avevo smarrito le foto, archiviate per errore nel posto sbagliato. Ora che le ho ritrovate lo posso pubblicare.
In una giornata grigia e piovosa di inizio Agosto, Riccio ha trovato un gomitolo di lana e come un gattino ha cominciato (autorizzato) a srotolarlo per tutta la casa della nonna.
Dopo un po' che giocava da solo gli domando cosa stava facendo, anche se avevo capito cosa stata architettanto.
Aveva legato un'estremità del filo alla spalliera di una sedia e aveva messo in tensione il filo per circa tre metri di corridoio legando l'altro capo alla gamba del suo tavolino da disegno.
Poi, con un pezzo di legno faceva una specie di teleferica... ingegnoso!

Mancava solo una cabina capace di contenere l'amico Criceto.

Volevo partecipare; così ho preso una bottiglietta d'acqua da mezzo litro e con un semplice taglio ho realizzato due ganci.
Il gioco è ricominciato subito, appena agganciato al filo la "cabina della teleferica"; con il Lego e altri giocattoli abbiamo costruito la stazione di arrivo e partenza.
Riccio contentissimo ha esclamato: -Si parte!- e... GNIIIK GNIIIK GNIIIK ha cominciato a far muovere una cabina "gigolante" su e giu per il cavo.

Ci siamo divertiti molto e il pomeriggio piovoso è passato.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...