giovedì 2 giugno 2011

Metamorfosi di uno specchio rotto

Sette anni di guai? No, almeno sette anni di complemento d'arredo e forse più!
Cinque fa ho comprato uno specchio in un noto negozio di mobili svedese per essere appeso in ingresso. Incautamente questo lavoro non è stato fatto subito ed è bastato un attimo (diciamo la verità: è passato Riccio) e si è rotto; ancora incartato.
La fortuna nella sfortuna è stata che dietro questa marca di specchi c'è una guaina protettiva, quindi nessun pezzo si è staccato. Mi spiaceva davvero tanto buttarlo via e poi, usarlo era possibile, bastava farsi venire un'idea decorativa per nascondere l'incrinature.

Con o senza specchio rotto, se avete voglia di farlo anche voi, ecco cosa l'ho combinato.

Vetri di mare (si trovano anche in commercio)
spray lucido trasparenze
un pennarello colore chiaro
colla Attack

I vetrini di mare sono meravigliose gemme che scintillano sul bagnoasciuga. Ci attirano, maliardi. Quando andiamo al mare ne raccolgo sempre il più possibile.
Una volta asciutti però, perdono molto del loro fascino perchè rimangono opachi e porosi.
Per ovviare a questo problema basta disporli su di un giornale e spruzzarli con un po' di spray lucidante trasparente. Lasciate asciugare e ripetete l'operazione sul lato opposto. Non è necessario uno strato spesso, anzi, una spruzzata sola e l'effetto sarà subito evidente. Il vetrino non assumerà più l'aspetto sbiadito mantenendosi colorato e lucido come quando  è bagnato.
Disporre i vetri sullo specchio seguendo il corso delle incrinature o decidere per una decorazione a piacere. Una volta nascosta la parte di specchio rotto potete continuare la decorazione come preferite.
Con la colla Attacck ne basta pochissima, è immediata, ma con il tempo i vetrini tendono a staccarsi anche solo spolverando lo specchio.
Riccio, da narciso qual è, ci si specchia volentieri e talvolta aiuta i vetrini a staccarsi..., ma con una goccia di colla tutto si risolve.
Negli ultimi tempi ho lasciato che se ne staccassero un po' troppi, quindi si è reso necessario un vero restauro.
Questo specchio, inizialmente considerato "temporaneo" è diventato parte integrate della nostra camera da letto. Togliendolo dalla parate mi sono accorta che lascia un grandissimo vuoto.
Adesso è tornato finalmente al suo posto.
Credo di porter dire che la maledizione degli specchi rotti si può annullare, se si trova il modo di ricliclarli.

9 commenti:

  1. Valentina5/6/11

    Sono contenta di aver potuto vedere anch'io la foto del famoso specchio! E' veramente particolare! Come al solito mi stupisci. Un bacio! Valentina

    RispondiElimina
  2. Carissima Vale, sai quanto questo specchio sia simbolico per me, non potevo lasciarlo così... rotto e basta; meritava una seconda possibilità!
    La meritiamo tutti!
    In bocca al lupo per il tuo corso.
    Un abbraccio forte forte!

    RispondiElimina
  3. moira9/6/11

    Ciaooooo Carlotta,bel lavoro e bella filosofia...non è solo un'operazione di restauro esterno... però un suggerimento tecnico te lo vorrei dare ... poi fanne quel che te ne pare... al posto dell'attack userei il silicone ( trasparente ! ) o più comunemente della colla vinavil ( ti sembrerà strano ma regge molto bene una volta ben asciugata ! )io ho fatto varie prove con i vetrini tondi che si trovano in commercio nell'intento di arricchire lo specchio anch'esso tondo del mio bagno... ma è rimasto incompiuto ... bhe questa è una mia specialità ;)

    RispondiElimina
  4. Ciao Moira, hai ragione il silicone andrebbe benissimo per questo tipo di lavoro, ma per via dei tempi lunghi di asciugatura, considerando Riccio libero per casa, ho preferito qualcosa di più rapido. Però il silicone mi attira e prima o poi lo userò per qualche lavoretto.
    Dai al tuo specchio un'altra possibilità!!!
    A presto

    RispondiElimina
  5. Moira11/6/11

    Poveretto il mio specchio... messo lì al muro ma spoglio come pochi...hai proprio ragione devo decidermi a decorarlo e in tal proposito sai suggerirmi materiali magari di riciclaggio che potrei usare al posto dei soliti vetrini tondi? Ah non cadere nella tentazione di usare la colla a caldo per lavori su vetro... l'effetto sul momento è garantito e veloce, ma altrettanto velocemente ritroveresti tutti i pezzetti in terra anche senza l'aiuto di Riccio !!!Aspetto una tua proposta e mando un baciotto al grande piccolo Riccio!

    RispondiElimina
  6. Perchè non usi schegge di cd o dvd, sembrano pezzetti di arcobaleno e, secondo me, intorno ad uno specchio ci starebbero davvero bene!
    Io li ho usati per fare lo spaventapiccioni del post del 14 maggio.
    Concordo con il fatto che la colla a caldo non è adatta per il vetro, quindi in questo caso, vai con il silicone alla grande!
    Un abbraccione anche a voi tutti!

    RispondiElimina
  7. Moira17/6/11

    Grazie dell'idea Carlotta, la proverò quanto prima...anche se non posso usare il silicone in quanto il mio specchio è diciamo "incastonato" nel muro... credo opterò per una micro-punta di colla a caldo unita ad una dose massiccia di colla vinilica attorno... e poi ti farò sapere se ha funzionato!!!Bacibà a tutti voi!

    RispondiElimina
  8. Anonimo1/1/13

    Mi puoi dare suggerimenti sullo spray lucidante trasparente?dove posso trovarlo, marca del prodotto.
    Grazie

    RispondiElimina
  9. Ho acquistato "FAI TU Color" della Arexons da Leroy Merlin, è sintetico a rapida essicazione adatto sia per interno che esterno. Per le cose che realizzo ne uso sempre pochissimo e l'odore svanisce quando asciuga, ovviamente meglio spruzzarlo all'esterno e senza bambini attorno.
    Ciao

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...