lunedì 29 novembre 2010

Tacchino porchettato arrosto alle clementine

Come dare un tocco diverso con davvero poco.

dosi per 4 persone
preparazione 10 minuti
40-50minuti in padella

Ingredienti

850g circa di arrosto di tacchino
6-8 clementine (a seconda del gusto più o meno acido)
cipolla, carota e sedano tritati per il soffritto
brodo vegetale
olio extravergine d'oliva
sale pepe q.b.
clemetine per la decorazione possibilmente con le foglie fresche
Preparazione

Procuratevi dal vostro macellaio di fiducia un tacchino porchettato avvolto nella rete.
Per "porchettato" si intende disossato e aromatizzato con sale, pepe e erbe.

 In una padella antiaderente aggiungete due cucchiai di verdure tritate per soffritto su poco olio scaldato; appena la cipolla appasisce ponete l'arrosto e rosolate su tutti i lati.
A fuoco basso continuate la cottura per almeno 40-50 minuti, girando la carne e bagnandola con i suoi sughi. Assagiate il sugo e correggete con sale e pepe se necessario; se il sugo stringe troppo bagnare con brodo vegetale leggero.
Controllate la cottura pungendo l'arrosto, se perde ancora umori rosa continuate.
Al termine versate sulla carne il succo delle clementine che avrete spremuto e filtrato a parte. Lasciate che l'arrosto si insaporisca qualche istante. Toglietelo dal fuoco, asportate la rete e su un asse per tagliare affettatelo con cura.
Impiattate decorando con una fetta di clementina e due foglie per suggerire all'ospite che cosa sta per assaggiare.

Si può servire con un classico pureè di patate o con del riso in bianco, se si pensa come piatto unico.
Per i super golosi anche la cipolline in agrodolce sono indicatissime...
magari ve le raccolto la prossima settimana.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...