martedì 1 marzo 2011

American & British Pancakes


La differenza è nel lievito e nello sciroppo d'acero.
Gli americani nei loro pancakes usano entrambi; per i britannici, il pancake perfetto è una frittella sottile, simile alla crepes, con zucchero e limone.
Ecco come fare un "must" della colazione internazionale, in due versioni.


PANCAKES AMERICANI

150 gr. di farina
2 cucchiaini di lievito in polvere
un pizzico di sale
2 cucchiai di zucchero
1 uovo
240 ml di latte
30 gr di burro fuso

Burro e sciroppo di acero


In un recipiente mescolate con una frusta l'uovo con lo zucchero, aggiungete il pizzico di sale e il latte a filo alternato alla farina a cucchiai. Unite il burro fuso, ma non caldo, sempre girando. Aggiungete il lievito sciolto in un goccio di latte alla pastella ottenuta, che deve risultare liscia e densa. Lasciate riposare un quarto d'ora.
Fate fondere pochissimo burro in una padella di circa 20 cm di diametro e versate un po' di pastella. Il primo pancake non viene mai bene, ma serve per portare la padella alla temperatura giusta e a capire quanta pastella versare. Il pancake americano deve essere spesso dai tre ai cinque millimetri. Cuocendo si formeranno delle bollicine, questo è il momento per girare, con abile mossa, il vostro pancake. Continuate la cottura fino alla doratura.
Si mangiano caldi, tradizionalmente con una noce di burro che si fonde sopra e abbondante sciroppo d'acero che cola da tutte le parti!

PANCAKES BRITANNICI

180gr di farina 00 setacciata
un pizzico di sale
2 uova intere
1 cucchiaio di zucchero (facoltativo)
200ml di latte
75ml di acqua
30gr burro

zucchero semolato e succo di limone

Preparate una pastella aggiungendo il latte e l'acqua alla farina, senza formare grumi. Unite le uova, il pizzico di sale,  il cucchiaio di zucchero (facoltativo), il burro fuso (ma non caldo), continuando sempre a girare l'impasto con una frusta.
Lasciate riposare in frigo per una mezz'ora.
In una padella antiaderente mettete un piccolo pezzetto di burro e versate una dose di prova. Tolta la prima, generalmente bruttina, le altre verranno meglio. Quando la crepes sarà dorata giratela dall'altro lato per completare la cottura. Spegnete il fuoco, cospargetela di zucchero semolao e una spruzzata di limone. Chiudetela a ventaglio, o arrotolatela, e servitela calda.

Entrambe queste ricette sono molto semplici, la differenza la farà la guarnitura: marmella, miele, sciroppi, frutta fresca, confetture, frutta secca...
Potete, naturalmente, mangiarli come volete.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...